Breaking News
  • Agricoltura in ripartenza nel 2018I dati del rapporto Agrosserva Ismea evidenziano un quadro in progressivo recupero. Agricoltura in ripartenza nel 2018 Nei primi tre mesi il valore aggiunto in termini reali guadagna 4,6 punti rispetto all'ultimo [...]
  • Federalberghi, ottimismo per l’estateIn testa alla classifica i visitatori provenienti dalla Germania (con 6,5 milioni di arrivi). Federalberghi, ottimismo per l’estate Da giugno a settembre attesi oltre 260 milioni di pernottamenti. Significativo l'apporto dei turisti [...]
  • Forum Agricoltura Sociale, scelta di valoriIl 15 e 16 giugno scorsi si è svolta a Roma l’Assemblea nazionale. Forum Agricoltura Sociale, scelta di valori Si intensifica il dibattito sul futuro di questo approccio al settore primario non [...]

Frutta e verdura, consumi/record

Line Spacing+- AFont Size+- Print This Article
Frutta e verdura, consumi/record
L’analisi della Coldiretti presentata in occasione del Macfrut 2018 a Rimini.

Frutta e verdura, consumi/record

L’approccio salutista alla base del trend in forte ascesa: 8,52 miliardi di chili nel 2017 con un aumento del 2,2% rispetto al 2016. E nei primi due mesi del 2018 ancora +1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

I nuovi stili di vita e l’adozione di regimi alimentari molto attenti alla tutela della salute e del benessere dei consumatori incidono fortemente sulle dinamiche degli acquisti delle famiglie. Per quanto concerne frutta e verdura siamo di fronte al “record del decennio”. In questo caso i consumi di frutta e verdura delle famiglie italiane sono arrivati “a 8,52 miliardi di chili nel 2017 con un aumento del 2,2% rispetto all’anno precedente”, configurando “una storica inversione di tendenza rispetto al passato”. E’ questa la “fotografia” che  emerge da un’analisi della Coldiretti presentata in occasione del Macfrut 2018 a Rimini. “La svolta salutista – sottolinea in una nota la Coldiretti – continua anche nei primi due mesi del 2018 con  quantitativi di ortofrutta acquistata dalle famiglie italiane pari a 1,32 miliardi di chili, +1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente”.

Le dinamiche del mercato.

“Se le mele – evidenzia la Coldiretti – sono il frutto più consumato, al secondo posto ci sono le arance, mentre tra gli ortaggi preferiti salgono sul podio nell’ordine le patate, i pomodori e le insalate/indivie”. L’andamento positivo dei consumi “è spinto – specifica la nota – soprattutto dalle preferenze alimentari dei giovani che fanno sempre più attenzione al benessere a tavola. Il risultato è che la frutta e verdura sono la principale voce di spesa degli italiani per un importo di 102,33 euro a famiglia che è pari al 23% del totale mensile”.

Sicurezza e genuinità.

“La ricerca di sicurezza e genuinità nel piatto – secondo l’indagine Coldiretti/Ixè –  porta l’88% degli italiani a bocciare la frutta straniera e a ritenere importante scegliere nel carrello frutta e verdura Made in Italy, visto che l’Italia è al vertice della sicurezza alimentare mondiale con il minor numero di prodotti agroalimentari con residui chimici irregolari (0,6%). Sotto accusa sono invece le importazioni incontrollate dall’estero favorite dagli accordi commerciali agevolati stipulati dall’Unione Europea”.

In aumento anche l’export.

“La domanda di cibi sani – precisa la Coldiretti – arriva anche dall’estero dove sono stati esportati complessivamente frutta e verdura fresca Made in Italy per 5,2 miliardi di euro nel 2017 con un aumento del 3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le esportazioni di frutta e verdura sono state superiori in valore alle importazioni pari a 4,7 miliardi, anch’esse in aumento del 3%”.

Il commento della Coldiretti.

“L’Italia – ha affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo – ha le risorse per cogliere le opportunità che vengono dal prepotente affermarsi di nuove tendenze salutistiche in Italia e all’estero dove il Made in Italy ha un valore aggiunto in più”.

(Fonte: coldiretti.it/ 10.05.2018)

Banner
Banner
Banner
Banner

Archivi

Ecobionews

ECOBIONEWS

Direttore Responsabile
Ernesto Pappalardo

 

Direttore Editoriale:
Giuliano D’Antonio

 

Editore: Medicert srl
via Benedetto Croce,10

 

Testata registrata presso
il Tribunale Civile di Salerno
n. 35 del 21-10-2010
PI: 04045580653
cap. soc. 25.000,00 euro Int. versato