Breaking News
  • Biodiversità, attacco senza precedentiNei giorni scorsi a Parigi è stato presentato il rapporto dell’Ipbes (Onu). Biodiversità, attacco senza precedenti Tre quarti dell'ambiente terrestre e circa il 66% dell’habitat marino sono stati modificati in modo significativo. [...]
  • Condomini “aperti” e risparmio energeticoLa campagna di Legambiente “Civico 5.0” ed il racconto delle 22 esperienze attivate nella Penisola. Condomini “aperti” e risparmio energetico I modelli operativi più efficaci per adottare sistemi maggiormente sostenibili in considerazione [...]
  • Stop pesticidi, battaglia di civiltàL’obiettivo del 40% della Sau (Superficie Agricola Utilizzata) condotta con il metodo biologico entro il 2030. Stop pesticidi, battaglia di civiltà Il Wwf Italia, insieme con le associazioni che aderiscono alla Campagna [...]

Bioedilizia: ecco perché le case in legno sono sempre più richieste

Line Spacing+- AFont Size+- Print This Article
Bioedilizia: ecco perché le case in legno sono sempre più richieste

La bioedilizia – cioè la modalità di progettare, costruire e gestire un edificio in modo da essere in linea con i principi della sostenibilità ambientale, riducendo gli impatti negativi sull’ambiente – sta prendendo sempre più piede in Italia. E non è un dato che sorprende, se si pensa all’attenzione crescente verso la tutela dell’ambiente.

Una soluzione ad impatto zero

Tra le costruzioni ad impatto zero, non si può non parlare delle case in legno. Ecologiche e sicure, sono la soluzione migliore per le zone sismiche e, in caso di abbattimento, sono meno inquinanti da smaltire. E non solo. Consentono di risparmiare grazie all’efficienza energetica. Quindi sono convenienti anche dal punto di vista economico.

Non a caso, l’interesse verso questo tipo di fabbricati è sempre più forte. È ciò che emerge dal “Rapporto Case ed Edifici in Legno“ – redatto dal Centro Studi di Federlegno Arredo – che dal 2014 raccoglie dati del mercato delle case in legno e di produzione di bioedilizia da circa 240 imprese costruttrici del settore Legno.

Bioedilizia e fatturato

L’ago della bilancia tra edilizia tradizionale ed edilizia in legno ha iniziato a spostarsi, anche se di poco, verso quest’ultima.

Basti pensare che nel 2017 sette case su 100 sono state costruite in bioedilizia. Il 7% quindi. Che può sembrare una percentuale bassissima, ma non lo è se si pensa che in primis il dato è in crescita rispetto agli anni precedenti e – cosa non meno importante – quella piccola percentuale genera un capitale notevole. Tra il 2016 ed il 2017 ha generato un fatturato di settore di circa 700 milioni di euro annui (quasi 1,4 miliardi di euro in totale). Che conferisce all’Italia la medaglia di “legno” in Europa in quanto a capacità e volume di affari gestito.

Il dato più incoraggiante è che l’incremento è costante. E ciò significa che la tendenza all’ecosostenibilità è diventata reale a tutti i livelli.

Infatti, oltre all’investimento privato, anche il capitale pubblico viene spesso impiegato nelle costruzioni in legno. Lo dimostrano i dati sulle realizzazioni in legno di opere pubbliche. Non si può non citare il caso del Municipio di Gabicce, che ha visto l’attivazione di 101 bandi inerenti la bioedilizia, per un valore totale che supera i 49 milioni di euro.

La diffusione in Italia

Il Terzo Rapporto di Federlegno conferma che i maggiori Costruttori di case in legno si trovano nelle regioni del Nord, a partire dal Trentino Alto Adige (24% del mercato). E che per quanto riguarda le case realizzate, al primo posto c’è la Lombardia (23% delle abitazioni in legno).

Ma, come si evince dai dati Immobilgreen.it, la bioedilizia non riguarda solo il Nord. Ma anche il Centro ed il Sud. Gli utenti che richiedono informazioni sulla costruzione di una casa in legno provengono sì da regioni come la Lombardia (prima in classifica con il 16% del totale), ma anche dal Lazio (seconda con il 10%), dalla Toscana (8%) e addirittura dalla Sicilia, la regione del Sud più attiva in tal senso con il 5% delle richieste.

Insomma, ormai gran parte dell’Italia vuole “abitare green”.

Anna Gaia Cavallo

0 Comments

No Comments This Article Has No Comments Yet

Sorry, either someone took all the comments and ran away or no one left any in the first place !

But You can be first to leave a comment !

Leave Your Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

sei + 3 =

Banner
Banner
Banner
Banner

Archivi

Ecobionews