Breaking News
  • Biodiversità, attacco senza precedentiNei giorni scorsi a Parigi è stato presentato il rapporto dell’Ipbes (Onu). Biodiversità, attacco senza precedenti Tre quarti dell'ambiente terrestre e circa il 66% dell’habitat marino sono stati modificati in modo significativo. [...]
  • Condomini “aperti” e risparmio energeticoLa campagna di Legambiente “Civico 5.0” ed il racconto delle 22 esperienze attivate nella Penisola. Condomini “aperti” e risparmio energetico I modelli operativi più efficaci per adottare sistemi maggiormente sostenibili in considerazione [...]
  • Stop pesticidi, battaglia di civiltàL’obiettivo del 40% della Sau (Superficie Agricola Utilizzata) condotta con il metodo biologico entro il 2030. Stop pesticidi, battaglia di civiltà Il Wwf Italia, insieme con le associazioni che aderiscono alla Campagna [...]

Macchinette mangiaplastica a Roma per viaggiare gratis

Line Spacing+- AFont Size+- Print This Article
Macchinette mangiaplastica a Roma per viaggiare gratis

Dopo Pechino ed Istanbul le macchinette mangiaplastica sono arrivate anche a Roma (in otto stazioni metropolitane).

L’iniziativa è nata come progetto di prova dall’ATAC – con il nome +Ricili +Viaggi – della durata di un anno.

Le prime stazioni interessate sono state: Cipro (linea A), Piramide (linea B) e San Giovanni (linea C).

Come funziona?

La bottiglia deve essere inserita integra – compresa di tappo – nella macchinetta mangiaplastica.

Ogni bottiglia di plastica in PET dà in cambio – attraverso le app di B+ (MyCicero, Tabnet e TicketAppy) – un ecobonus del valore di cinque centesimi.

Ogni trenta bottiglie riciclate si ottiene un biglietto per i mezzi pubblici in omaggio.

Come afferma lo stesso consorzio ATAC, vi è un limite giornaliero per il conferimento di bottiglie, introdotto in seguito alla denuncia delle lunghe file, utile anche per facilitare il rispetto delle norme anti – covid.

Ogni persona potrà conferire massimo trenta bottiglie al giorno. Superato questo numero, la macchinetta mangiaplastica accetterà comunque la bottiglia, ma non erogherà alcun ecobonus.

Gli obiettivi

Gli obiettivi prefissati dall’istallazione di queste macchinette mangiaplastica sono:

  • contribuire all’affermazione dell’economia circolare;
  • contribuire al raggiungimento dell’obiettivo europeo, fissato per il 2025, di produrre almeno il 77% di bottiglie contenenti un 25% di PET (R-PET).

Sebbene le macchinette mangiaplastica a Roma non siano state funzionanti da marzo a settembre – a causa delle limitazioni imposte per contrastare il Covid – 19 – durante i loro otto mesi di vita sono riuscite ad assolvere brillantemente il loro compito. Sono state infatti riciclate più di tre milioni di bottiglie in PET.

Il risultato è comunque soddisfacente, tanto da ritenere l’esperimento riuscito.

Le macchinette continuano a diffondersi

Recentemente è stato siglato un protocollo tra Roma e Coripet, il consorzio che si occupa della gestione degli imballaggi in Pet per liquidi. Le macchinette verranno installate su tutto il territorio della città ed entreranno anche nei mercati.

Dopo il grande successo che hanno avuto a Roma, ci auguriamo che queste macchinette mangiaplastica potranno diffondersi in tutta Italia. Così che le persone possano essere sempre più attente al riciclo.

Marianna Fierro

0 Comments

No Comments This Article Has No Comments Yet

Sorry, either someone took all the comments and ran away or no one left any in the first place !

But You can be first to leave a comment !

Leave Your Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

undici − nove =

Banner
Banner
Banner
Banner

Archivi

Ecobionews