Breaking News
  • Biodiversità, attacco senza precedentiNei giorni scorsi a Parigi è stato presentato il rapporto dell’Ipbes (Onu). Biodiversità, attacco senza precedenti Tre quarti dell'ambiente terrestre e circa il 66% dell’habitat marino sono stati modificati in modo significativo. [...]
  • Condomini “aperti” e risparmio energeticoLa campagna di Legambiente “Civico 5.0” ed il racconto delle 22 esperienze attivate nella Penisola. Condomini “aperti” e risparmio energetico I modelli operativi più efficaci per adottare sistemi maggiormente sostenibili in considerazione [...]
  • Stop pesticidi, battaglia di civiltàL’obiettivo del 40% della Sau (Superficie Agricola Utilizzata) condotta con il metodo biologico entro il 2030. Stop pesticidi, battaglia di civiltà Il Wwf Italia, insieme con le associazioni che aderiscono alla Campagna [...]

City Trees: gli “alberi artificiali” che puliscono l’aria a Londra

Line Spacing+- AFont Size+- Print This Article
City Trees: gli “alberi artificiali” che puliscono l’aria a Londra

L’inquinamento dell’aria è un problema serio. E lo è ancora di più per le grandi città, che hanno sempre meno alberi e aree verdi. Per affrontare questo problema, sono stati installati a Londra i primi “alberi artificiali” che puliscono l’aria, i City Trees. Che sono “apparsi” per la prima volta nella città britannica nel 2018 come progetto temporaneo ad opera di Green City Solutions (una start up tedesca) intorno al West End. Dal 2020 ne sono stati sistemati permanentemente due a Leytonstone, fuori dalla stazione della metropolitana, mentre il terzo si trova all’incrocio tra Leytonstone High Road e Crownfield Road.

Ma cosa sono, in sostanza, questi “alberi artificiali”?

La struttura

La forma non ricorda esattamente un albero. I City Trees presentano infatti una struttura rettangolare. Diverse tipologie di muschio rivestono l’impianto, creando una sorta di parete verde.

Sono dotati di una struttura autosufficiente, che comprende un serbatoio d’acqua e un sistema di irrogazione automatica. In questo modo possono essere efficaci con qualsiasi condizione climatica. Inoltre, sono alimentati da pannelli solari.

Grazie a queste strutture, si raccolgono dati sull’ambiente circostante per lo studio di ulteriori soluzioni ecologiche. 

I pannelli comprendono una panchina, sulla quale i passanti possono sedersi per respirare un po’ di aria fresca, letteralmente.

I vantaggi 

Il rivestimento in muschio ha un doppio vantaggio. Da un lato assorbe grandi quantità di umidità e rende l’aria circostante più fresca. Dall’altro assorbe le tossine ambientali – come il biossido di azoto (NO2) – e produce ossigeno, ripulendo l’aria. 

In termini di riduzione dell’inquinamento, assorbono l’equivalente di 275 alberi. Un City Trees corrisponde, dunque, a una piccola foresta. Non a caso, il gruppo Green City Solutions li ha definiti i primi filtri biotecnologici anti – inquinamento al mondo.

Dopo i primi “alberi artificiali” collocati a Londra, non possiamo che sperare che tutte le grandi città seguano questo esempio. Prima che sia troppo tardi per intervenire.

Marianna Fierro

0 Comments

No Comments This Article Has No Comments Yet

Sorry, either someone took all the comments and ran away or no one left any in the first place !

But You can be first to leave a comment !

Leave Your Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

12 + sei =

Banner
Banner
Banner
Banner

Archivi

Ecobionews