Breaking News
  • In Campania 3.400 aziende “bio” certificateL’intesa tra Accredia, Unioncamere e InfoCamere. La mappa aggiornata degli operatori diventa più accessibile. In Campania 3.400 aziende “bio” certificate A livello nazionale risultano censite circa 60.000 imprese, in maggioranza risultano localizzate [...]
  • Prezzi: burro, formaggi e salumi in crescita nel 2018Le rilevazioni di Unioncamere presso le centrali d’acquisto della Grande distribuzione organizzata. Prezzi: burro, formaggi e salumi in crescita nel 2018 Dopo una prolungata fase di depressione, i prezzi alla produzione degli [...]
  • Mense biologiche certificate, si partePresentato nei giorni scorsi a Milano il primo sistema pubblico di riconoscimento. Mense biologiche certificate, si parte Le scuole che vorranno utilizzare i marchi volontari (oro e argento) dovranno indicare le percentuali [...]

in evidenza

Article
in evidenza

ImmagineLocandina pag. 4

 

ECOBIONEWS  INIZIA  LA  COLLABORAZIONE  CON  SALERNOECONOMY

“Bio, occorre formazione e aggiornamento”

Intervista al presidente nazionale del Conaf Andrea Sisti “Il ruolo di ispettore-valutatore è
centrale nel rapporto con i consumatori”

Presidente Sisti, qual è l’attuale ruolo del dottore agronomo e dottore forestale nel campo dei controlli in agricoltura biologico?
Nel biologico il ruolo sociale dell’ispettore-valutatore è fondamentale per dare la massima credibilità dell’intero sistema nei confronti del cittadino consumatore. E’ sempre doveroso, quindi, ricordare le competenze che come dottori agronomi e dottori forestali abbiamo, e l’alta professionalità che possiamo mettere in campo.

Secondo lei, questa figura professionale è correttamente riconosciuta?
Il ruolo del valutatore deve essere evidenziato e valorizzato ancora di più di quanto avvenga oggi; sono importanti la formazione e l’aggiornamento professionale per avere un ispettore-valutatore che sia competente e responsabile. Si tratta di un ruolo di estrema importanza, che permette di rendere credibile l’intero sistema nei confronti della società.

Cosa occorre fare, quindi, per compiere questo auspicato salto di qualità?
E’ necessario un ulteriore sforzo da parte dell’intero sistema, affinché il valutatore abbia piena consapevolezza del proprio ruolo, altrimenti faremmo delle certificazioni e controlli soltanto sulla carta.
L’ispettore-valutatore che compie i controlli, deve assumere la piena consapevolezza della responsabilità, nei confronti della collettività;per questo bisogna investire nella formazione, partendo già nel percorso universitario.

Article
Banner
Banner
Banner
Banner

Archivi

Ecobionews

ECOBIONEWS

Direttore Responsabile
Ernesto Pappalardo

 

Direttore Editoriale:
Giuliano D’Antonio

 

Editore: Medicert srl
via Benedetto Croce,10

 

Testata registrata presso
il Tribunale Civile di Salerno
n. 35 del 21-10-2010