martedì , 21 Settembre 2021
libri che trattano di natura
Foto di congerdesign da Pixabay

Libri che trattano di natura: anche la lettura è green

La lettura è magica e i lettori lo sanno bene. Leggendo possiamo istruirci, scoprire cose nuove e viaggiare chilometri e chilometri senza muoverci dalla nostra stanza. Cosa c’è di meglio di leggere, soprattutto in questo periodo di chiusure forzate? Eppure la popolazione italiana non la pensa così. Come emerge dall’indagine realizzata dal Centro per il libro e la lettura (Cepell) e dall’Associazione Italiana Editori (Aie), a maggio del 2020 la percentuale di italiani tra i 15 e i 74 anni che ha dichiarato di aver letto nell’ultimo anno almeno un libro, compresi e – book e audiolibri, si attesta sul 58%. Il dato è in calo del 15% rispetto al marzo dell’anno precedente, nonostante il lockdown. Nella letteratura, fin dall’antichità, la natura è sempre stata presente. Allo stesso modo oggi sono tanti i libri che trattano di natura e ve ne proponiamo qualcuno per alleggerire il peso di queste giornate. 

L’orologio della natura di Peter Wohlleben

L’autore ci insegna ad educare i sensi per cogliere i segnali della natura e degli animali che ci circondano. Ci fa capire come si può predire il tempo, come si può capire l’ora del giorno e addirittura come misurare la temperatura. Inoltre, illustra i risvolti scientifici dei fenomeni quotidiani e delle regole contadine. Si rivela un libro con divertentissimi aneddoti e molte informazioni ed è soprattutto un invito a rispettare e vivere pienamente la natura che ci circonda.

Wild, incontri e natura di Alessandro Bee

Questo non è un libro “tradizionale”. L’autore, naturalista e fotografo, ci porta alla scoperta di luoghi incontaminati e incontri in natura attraverso quasi 200 immagini. Dagli iceberg della Groenlandia alle tigri del Bengala, dal deserto del Sahara ai gorilla di montagna, dalle aquile di mare della Norvegia al lago di lava del Nyiragongo, il divertimento e la meraviglia sono assicurati.

Nella natura selvaggia, incontri ravvicinati con animali e paesaggi da salvare di David Yarrow 

Il fotografo scozzese ha raccolto in questo volume le foto più spettacolari scattate negli ultimi cinque anni tra l’Africa, il Giappone, l’Alaska e l’Antartide, rigorosamente realizzate in bianco e nero. Il suo obiettivo è condividere e preservare le ultime grandi specie selvagge e le culture tribali indigene. Un viaggio entusiasmante che lascia a bocca aperta. 

Alberi sapienti, antiche foreste di Daniele Zovi


L’autore, esperto tecnico forestale, porta il lettore a guardare il panorama vegetale circostante in modo diverso. Insiste sulla somiglianza comportamentale tra noi e gli alberi, ma non si limita a tracciare un percorso tra le specie arboree. Infatti, ci porta alla scoperta di valli e foreste, dal Trentino alla Croazia, dalla Slovenia alla Germania e cita testi fondamentali della nostra letteratura. Tutto ciò accompagnato da sessanta bellissime fotografie.

L’uomo che piantava gli alberi di Jean Giono

È un racconto breve e poetico, non molto recente (è stato pubblicato nel 1953). E parla di pace e di natura.

Elzéard Bouffier è un giovane che parte per un viaggio e, dopo aver incontrato un contadino, decide di cominciare a piantare alberi durante il suo cammino. Costretto a partire e combattere al fronte nella prima guerra mondiale, al suo ritorno trova un paesaggio completamente diverso, con alberi alti, querce, faggi e betulle. 

È un libro più attuale che mai, è un inno al potere salvifico degli alberi e sottolinea l’importanza di ogni piccolo gesto. 

Il peso della farfalla di Erri De Luca

Tra i libri che trattano di natura non possiamo non citare questo. Lo scrittore napoletano racconta un duello. A fronteggiarsi sono un cacciatore e un animale, il “re dei camosci”. Entrambi sono caratterizzati da una profonda solitudine. È un racconto poetico sulla lotta tra uomo e animale, da cui non emerge nessun vinto e nessun vincitore. Riassumere la storia non le renderebbe giustizia. È un racconto che invita a riflettere, non solo sul rapporto uomo – natura ma sulle relazioni umane in generale. 

Come diceva il grande Umberto Eco: “Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è una immortalità all’indietro”.
E noi speriamo con (almeno) uno di questi libri che trattano di natura di avervi regalato un po’ di vita. 


Marianna Fierro 

Controlla anche

Costiera Amalfitana verso un turismo sostenibile

La Costiera Amalfitana verso un turismo sostenibile

“La Costiera Amalfitana verso un turismo sostenibile” è il nuovo progetto iniziato il 13 settembre. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici − quattro =