lunedì , 18 Ottobre 2021
le chiocciole delle Dune sanno contare
Foto di _Alicja_ da Pixabay

Le chiocciole delle Dune sanno contare e per questo possono sopravvivere al caldo torrido 

Le chiocciole delle Dune sanno contare e, grazie a questa loro abilità, possono sopravvivere al caldo torrido. La cosiddetta “Theba pisana” è un piccolo mollusco che vive lungo le coste del Mediterraneo, al caldo e sotto i raggi ultravioletti. Un vero e proprio habitat naturale del tutto inospitale, in quanto è rappresentato da una vegetazione rada con temperature altissime, che si aggirano intorno ai 70° (ben oltre la tolleranza termica di questa e di molte altre specie). 

Non solo le chiocciole delle Dune sanno contare, ma inconsapevolmente distruggono anche le cosiddette piante invasive. 

Tali notizie sono state rese note grazie ad uno studio scientifico, pubblicato su “Scientific Reports”, condotto da un’equipe di ricercatori dell’Università di Padova. 

Procediamo con ordine e scopriamo insieme ulteriori dettagli. 

Lo studio dell’Università di Padova 

Le ricerche condotte negli ultimi quindici anni hanno permesso di mettere in luce che le capacità numeriche non sono diffuse solo tra mammiferi, uccelli e pesci, ma anche tra gli invertebrati.

Grazie ad un’elaborata ricerca condotta dall’Istituto di Psicologia di Padova – pubblicata su “Scientific Reports” – oggi abbiamo una grande certezza scientifica: le chiocciole delle Dune sanno contare.

Se fino a ieri questa specie di molluschi era conosciuta per lo sua “innocua” intelligenza, attualmente Elia Gatto – Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione – e Angelo Bisazza – Dipartimento di Psicologia Generale – ci svelano il contrario.

Infatti, i due studiosi ci insegnano che le capacità cognitive delle chiocciole possono migliorare. 

Le chiocciole possono sopravvivere al caldo torrido

Solitamente gli animali in questione tendono ad essere attivi di notte. È proprio durante quelle ore che è più facile per i molluschi trovare fusti erbacei. Sui quali si arrampicano, per sfuggire alle temperature eccessivamente elevate del giorno.

Poiché non tutti i fusti a disposizione sono sicuri, si è ipotizzato che le chiocciole prediligano gruppi in cui sono presenti più ripari naturali. In modo da aumentare la probabilità di trovarne almeno uno più sicuro e ombroso. 

A conferma del tutto, Bisazza e Gatto hanno prelevato dalle spiagge di Cavallino (nei pressi di Venezia) delle chiocciole. Una volta portate in laboratorio, i ricercatori hanno predisposto per loro un’arena larga un metro. Che è stata successivamente illuminata con lampade a Led, fondamentali per riprodurre l’habitat naturale dei molluschi. 

Inoltre, i due studiosi hanno inserito – all’interno dell’arena – due gruppi di barre di cartone, usate per simulare la struttura portante delle piante.

Nella fase successiva dell’esperimento Bisazza e Gatto hanno progressivamente aumentato le spranghe di cartone, in alcuni casi anche in maniera apparentemente impercettibile. I gruppi di chiocciole hanno dimostrato di essere in grado di riconoscere in qualsiasi momento le barre più numerose e di sceglierle come riparo definitivo.  

In definitiva, non solo le chiocciole delle Dune sanno contare, ma in futuro potranno anche cavarsela più di altre specie, qualora aumentassero significativamente le temperature del nostro Pianeta. 

Il commento di Elia Gatto 

In conclusione il ricercatore Elia Gatto – come riporta “Il Gazzettino” – ha dichiarato:

“Questi risultati suggeriscono che capacità cognitive sofisticate possono talvolta evolvere anche in animali dotati di un sistema nervoso molto semplice qualora conferiscano un forte vantaggio in termini di sopravvivenza”. 

Una traguardo davvero importante, che permetterà a numerosi scienziati di condurre nuove scoperte e di comprendere anche quelle intelligenze animali ignorate fino ad ora. 

Margherita Parascandalo

Controlla anche

Hill house, la “casa passiva” che costa un terzo del normale e non ha nessun costo per l’ambiente

L’hill house, o conosciuta anche come casa-collina, è un mix tra un’abitazione e uno spazio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − otto =