lunedì , 29 Novembre 2021
legame con la natura
Foto di ELG21 da Pixabay

Perdere il legame con la natura danneggia la nostra salute

La natura è fondamentale per il nostro benessere. Anche la scienza conferma che perdere il legame con la natura danneggia la nostra salute, fisica e mentale. Spesso, però, ci dimentichiamo dell’importanza di trascorrere del tempo a contatto con la natura, anche a causa della diffusione delle nuove tecnologie.

Gli studi

Diversi sono gli studi che dimostrano l’importanza del nostro legame con la natura. Uno di questi è quello dell’University of British Columbia, pubblicato su “The Journal of Positive Psychology”. La ricerca del team ha coinvolto 395 persone, divise in tre gruppi, per circa due settimane. Il primo di questi gruppi ha fotografato elementi naturali, mentre il secondo ha fotografo oggetti realizzati dall’uomo. Entrambi i gruppi dovevano anche descrivere le emozioni provate durante l’osservazione degli oggetti. Il terzo gruppo, invece, non partecipava a nessuna attività.

Dai dati è emerso che le persone che hanno fotografato oggetti naturali hanno registrato un incremento del benessere personale, una migliore connessione con l’ambiente e con gli altri.

Anche un altro studio, pubblicato sul Journal of Environmental Psychology, ha dimostrato che la maggiore vitalità delle persone è legata proprio alla presenza di elementi naturali nell’ambiente.

Infine, sullo stesso Journal of Environmental Psychology, un terzo studio ha dimostrato che il cinguettio degli uccelli allevia lo stress e migliora la sensazione di benessere.

Dunque, molti studi hanno confermato che mantenere il legame con la natura può solo apportare benefici all’ambiente.

La biofilia

 In realtà, gli studi sugli effetti benefici della natura sono molto più antichi. Erich Fromm, psicoterapeuta e filosofo del ‘900, parlava già di biofilia.

Il termine, che deriva dal greco, significa amore (filos) per la vita (bios) e, con tale termine, il filosofo indica l’attrazzione dell’uomo per la natura.

Il biologo evoluzionista statunitense, Edward O. Wilson, ha ripreso il concetto. Egli intende la biofilia come un processo di evoluzione del nostro legame con la natura: l’uomo è parte della natura, è in interazione con essa e con essa si è evoluto.

Riscoprire la natura

Dunque, la natura è casa nostra. Ciò è dimostrato dal fatto che il cervello rettiliano (in poche parole, la sede degli istinti primari) e il sistema limbico (che è correlato alle funzioni fondamentali per la conservazione della specie) sono perfettamente a loro agio nell’ambiente naturale.

Wolf-Dieter Storl, antropologo ha affermato:

 Quello che tendiamo spesso a dimenticare nel mondo moderno è che dipendiamo dal suolo, che il sole, le condizioni atmosferiche e le piante sono qualcosa di assolutamente fondamentale per noi, e che nella nostra evoluzione ci siamo sviluppati insieme a loro come co-evolventi.

Insomma, la biofilia è il collegamento con le nostre radici, che dovremmo imparare a conoscere e riscoprire. Il legame con la natura è parte di noi.

 

Marianna Fierro

Controlla anche

Report Foreste 2021 di Legambiente: le proposte per salvare le foreste italiane

Come ogni anno l’associazione ambientalista italiana Legambiente ha pubblicato il Report Foreste 2021. Le foreste …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + 15 =