lunedì , 8 Agosto 2022
Fonte: Enel.it

Arte e Economia circolare: a Bologna la mostra “Enelincircolo”

È in corso a Bologna “Enelcircolo”, un progetto di economia circolare legato al mondo dell’arte. L’evento firmato da Enel, infatti, prevede la trasformazione di oggetti dismessi in opere d’arte.

L’iniziativa sarà disponibile nel capoluogo emiliano negli appositi spazi Enel fino al 9 gennaio 2022. 

Scopriamo insieme ulteriori dettagli del progetto.

Il progetto

Enelcircolo è un’iniziativa promossa da Cronopios, gruppo di professionisti specializzati nel project management culturale, in sinergia con Enel Energia e il Comune di Bologna.

Fulcro della rappresentazione artistica sono il secondo hand e la rigenerazione; il tutto ispirato, ovviamente, all’ambiente e alla sostenibilità.

All’interno degli store degli spazi Enel, infatti, sono presenti dei mini silos, dove è possibile lasciare gli oggetti che non usiamo più. Questi poi verranno ritirati dagli addetti ai lavori per permettere, poi, di dargli una seconda possibilità.

Dagli scarti a opere d’arte

L’obiettivo della trasformazione artistica ha come scopo far riflettere l’opinione pubblica sulle tematiche ambientali. Ponendo l’accento sul recupero del materiale in disuso e di scarto. Considerato fonte di energia non solo energetica, ma anche umana.

Le opere realizzate richiamano non solo l’identità urbana ma soprattutto la cultura artistica alternativa. Solo attraverso il recupero e l’ecologia una società consumistica come la nostra può sopravvivere e soprattutto migliorare. Questo è il mood dell’artista Dario Tironi per la mostra di Eneincircolo.

Il processo creativo di Dario Tironi

L’elemento fondante del giovane Tironi è, infatti, lo scarto come materia da modellare “di cui servirsi come terra vergine, di cui esplorarne le possibili combinazioni. Gli elementi che compongono le sue opere sono parte del recupero giornaliero in un ottica contemporanea e innovativa.

In concreto, infatti, gli oggetti da gettare vengono rimodellati per l’occasione da Tironi, che le trasforma poi in opere complete.

Nello specifico, sarà possibile ammirare le sue esposizioni per Enelincircolo: nel Cortile Guido Fanti di Palazzo d’Accursio, a Corte Isolani, nella Galleria Cavour e nello spazio Enel di Piazza Liber Paradisus.

Ciascun allestimento sarà, infine, accompagnato da un totem illustrativo con annessa didascalia. Che potrà essere letta dai cittadini presenti. Per entrare ancora di più nel vivo del progetto artistico; legato inevitabilmente all’Economia circolare.

L’arte se vestita di sostenibilità, come vediamo, ha sempre un valore diverso.

Margherita Parascandalo

Controlla anche

Assica, pubblicato il Programma sostenibilità sulla salumeria italiana verso il raggiungimento dei 5 degli Obiettivi dell’Agenda Onu 2030

Pubblicato il Programma Sostenibilità Assica, volume scritto per divulgare le buone pratiche e gli impegni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sei + 20 =