mercoledì , 18 Maggio 2022
Foto di Angelolucas da Pixabay

Salario medio in Italia: i lavoratori guadagnano sempre meno

Sulla base dei dati Ocse, OpenPolis ha condotto un’analisi sul salario medio in Italia. Dalla ricerca è emerso che, negli ultimi 30 anni, in Italia il salario medio dei lavoratori è diminuito, a differenza di tutti gli altri Paesi europei.

I dati

Secondo la ricerca, tra il 1990 e il 2020, il salario medio in Italia è calato del 2,9%. Nel 2020 il salario medio era di 37,8 mila dollari (circa 32,7 mila euro).

L’unico dato positivo del salario medio in Italia si è registrato dal 1995 al 2010: la media annua è passata da 37 mila dollari a 42 mila dollari.

Tra il 2012 e il 2019, invece, la variazione è stata minima. Tra il 2019 e il 2020, al contrario, c’è stata una forte diminuzione: i salari italiano sono ritornati ai livelli del 1990.

La situazione

Solo negli anni ’90, l’Italia era il settimo Stato europeo, dopo la Germania, per salari medi annuali. Nel 2020, invece, è scesa al tredicesimo, superata da Francia, Irlanda, Svezia e Spagna.

Secondo gli ultimi dati, in Germania il salario medio è aumentato del 33,7%, mentre in Francia del 31,1%, nello stesso arco di tempo. Nel 2020 il salario medio tedesco ha avuto una media di 53,7 mila dollari, mentre in Francia del 45,6 dollari.

In Grecia, il Paese con un debito pubblico altissimo, l’aumento del salario medio è stato circa del 30%. La Spagna, il paese con una crescita minore, ho visto un aumento del 6,2%, con uno stipendio medio pari a 37,9 mila dollari.

Inoltre, nei Paesi baltici, dove la media annua del salario era di 10 mila dollari all’anno, nel 2020 sono arrivati a 30 mila dollari.

Ancora, nei Paesi dell’ex blocco sovietico o dell’ex Urss, dal 1990 al 2020 gli stipendi sono raddoppiati o triplicati.

Dunque, l’Italia sembra essere molto indietro rispetto agli altri Paesi.

La pandemia

Certo, la pandemia che ha colpito il mondo ha influito al raggiungimento di questi dati negativi. Durante la prima ondata, la Francia ha visto una diminuzione dei salari medi pari al 3,2%, mentre la Spagna del 3,2%. Anche in questo caso l’Italia supera tutte: la diminuzione è stata del 6%.

Dunque, ancora un triste primato per l’Italia.

Marianna Fierro

Controlla anche

Samsung global goals, l’app per sostenere gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030

Samsung global goals è un’app presente sui dispositivi Samsung e aiuta al raggiungimento degli obiettivi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque − quattro =