mercoledì , 18 Maggio 2022
Foto di Anncapictures da Pixabay

Politiche di sostenibilità: un’azienda italiana su tre si impegna nel net zero

È stato pubblicata la venticinquesima edizione del Global CEO Survey di PwC, che si concentra sulle politiche di sostenibilità. La società di consulenza ha analizzato le prospettive per il 2022 di 4.446 aziende. Tra queste 123 si trovano in Italia.

La ricerca

L’indagine è stata condotta tra ottobre e novembre 2021. È emerso che oltre il 60% dei ceo italiani non ha ancora attivato politiche di sostenibilità.

Il dato è altissimo ma i numeri dell’Italia sono comunque migliori della media globale. Infatti, oltre il 70% delle aziende a livello mondiale non ha attivato politiche di sostenibilità.

Net zero e Carbon neutral

Ancora, dai dati emerge che il 28% dei ceo di società italiane si è impegnato in progetti “net zero”, contro una media globale del 22%. Inoltre, il 36% dichiara che la propria azienda sta iniziando a pensare a progetti “net zero”, mentre la media globale si ferma al 29%.

Il 31% delle aziende, invece, si è concentrata sull’impatto zero del carbonio. In questo caso la media mondiale si ferma al 26%. Il 28% delle aziende sta lavorando su questo tema; in questo caso la media globale è più alta: 30%.

Il 26% delle imprese italiane intervistate, però, non è certo di rispettare l’impegno preso, né di riuscire ad affrontarlo a livello economico.

Le aziende

Tra le aziende che si sono concentrate sulle politiche di sostenibilità, il 65% registrano ricavi di almeno 25 miliardi di dollari. Il 10%, invece, hanno ricavi inferiori a 100 milioni di dollari.

Le società più coinvolte sono quelle di elettricità e di utility, circa il 40%. Seguono le aziende dell’ambito energetico (39%). Infine, vi sono i settori di telecomunicazioni e banche (24%).

Il futuro

Come dimostra lo studio, la correlazione tra la fiducia e gli impegni “net zero” è molto alta.

I numeri sulle aziende che intraprendono politiche di sostenibilità, dunque, sembrano destinati ad aumentare. Infatti, l’89% dei ceo italiani prevede una crescita economica mondiale nel 2022.

Andrea Toselli,  presidente e amministratore delegato di PwC Italia, ha affermato:

I ceo italiani sono estremamente fiduciosi circa la crescita delle loro aziende a 12 mesi e a 3 anni. Puntano alla crescita internazionale anche grazie ad operazioni straordinarie e a nuovi investimenti in innovazione e sono sempre più attenti agli obiettivi non finanziari, in particolare a quelli collegati al tema net-zero e al coinvolgimento dei talenti in azienda. In questo sono confortati dalle potenzialità espresse del Pnrr. Pur in una situazione ancora molto complessa dell’economia, è interessante comunque rilevare che i ceo con cui abbiamo parlato nutrano complessivamente un atteggiamento positivo verso il 2022.

Marianna Fierro

Controlla anche

Samsung global goals, l’app per sostenere gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030

Samsung global goals è un’app presente sui dispositivi Samsung e aiuta al raggiungimento degli obiettivi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − 1 =