giovedì , 19 Maggio 2022
Fonte: web

La Terra brucia: incendi sempre più frequenti sul Pianeta, causa di danni all’ecosistema e all’economia

La Terra brucia: incendi sempre più frequenti e devastanti stanno colpendo la Terra, raggiungendo zone mai ancora interessate da simili eventi, come le regioni artiche, mai colpite prima dal fuoco.

 

A rilevare il fenomeno l’ultimo rapporto dell’Unep, il programma Nazioni Unite per l’Ambiente. La collaborazione dell’Unep con il partner norvegese Grid – Arendal, preposto al controllo dei dati e delle informazioni provenienti dal continente Artico, ha messo in evidenza questo dato allarmante.

Scopriamo insieme ulteriori dettagli.

 

La “guerra calda” tra uomo e ambiente

 

Quella che si sta combattendo, sostengono gli esperti, è una vera e propria “guerra calda”; una lotta all’ultimo sangue tra l’uomo e l’ambiente, destinata a risolversi in un disastro.

 

Gli incendi devastano e cancellano zone sempre più vaste, distruggendo flora e fauna fino a determinare un collasso dell’ecosistema, minacciando la vita umana, data l’espansione delle fiamme anche in aree densamente popolate, e danneggiando in modo irreversibile l’economia. Basti pensare che gli incendi australiani del 2020 hanno portato alla morte di miliardi di esseri viventi.

 

Il cambiamento climatico sembra ormai aver raggiunto un punto di non ritorno e l’aumento degli incendi ne è una riprova. Si calcola che, se il trend non dovesse invertirsi, gli incendi aumenteranno d’intensità e frequenza in maniera esponenziale, fino a raggiungere il 50% nel 2050.

 

Come possiamo vincere questa “guerra calda”?

 

Da una guerra nessuno esce davvero vincitore, ma in questa battaglia in nome della sopravvivenza del nostro Pianeta e della nostra specie qualcosa si deve e si può fare.

 

La forte correlazione tra cambiamenti climatici e incendi fa sì che gli uni alimentino gli altri e viceversa, in un circolo vizioso che condurrà inevitabilmente all’estinzione. Uno dei due fattori in gioco deve essere eliminato.

 

Un primo passo per porre fine a questa “tragedia del fuoco”, è quello di ripartire la spesa pubblica affinché ci siano fondi sufficienti a prevenire. Nel caso sarebbe anche necessario intervenire tempestivamente nell’estinzione degli incendi, facendo in modo che essi non possano più rigenerarsi.

 

La guerra calda sarà vinta quando saremo riusciti a evitare che le fiamme divampino. Prima di allora, il nostro Pianeta continuerà ad ardere.

 

Stefano Cortese

Controlla anche

Fotovoltaico da balcone, risparmiare energia anche in casa

Con l’aumento delle bollette, un valido metodo per risparmiare sui costi, consiste nell’utilizzare un impianto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici − dodici =