martedì , 18 Gennaio 2022
Foto di Pixel2013 da Pixabay
Foto di Pixel2013 da Pixabay

L’Onu dichiara il 2022 Anno Internazionale del Vetro

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite lo ha stabilito: il 2022 sarà l’Anno Internazionale del Vetro.

 

La decisione

Le Nazioni Unite, nel prendere questa decisione (A/RES/75/279) scrivono:

Il 2022 sottolineerà il ruolo tecnologico, scientifico, economico, ambientale, storico e artistico del vetro nella nostra società, mettendo in luce le ricche possibilità di sviluppo delle tecnologie e il loro potenziale contributo per affrontare le sfide dello sviluppo sostenibile e delle società inclusive, raggiungere la ripresa economica mondiale e ricostruire meglio dall’epidemia di coronavirus.

La sostenibilità

Il vetro è completamente sostenibile ed è riciclabile all’infinito.

In pochi decenni il riutilizzo del vetro ha migliorato l’impatto ambientale della sua produzione. Negli ultimi 25 anni, l’Europa ha ridotto del 74% le emissioni di CO2 e l’inquinamento da rifiuti grazie al riciclaggio e alla tecnologia.

Un esempio concreto della sostenibilità del vetro. Per produrre vetro bianco e marrone si utilizzano fino al 60% di vetro riciclato. Per il vetro verde, invece, si può utilizzare fino al 100% di vetro riciclato.

In Italia, solo nel 2020 il riciclo del vetro ha raggiunto il 79%, +2% rispetto al 2019. La cifra super di gran lunga il target europeo, che stabilito di riciclare il 75% del vetro entro il 2030.

Assovetro

L’Associazione Nazionale degli Industriali del Vetro – Assovetro (“Assovetro” o “Associazione”) è un’associazione imprenditoriale di categoria, costituita ai sensi dell’articolo 36 del codice civile, aderente a Confindustria.

A 75 anni dalla fondazione, l’associazione Assovetro sottolinea come questa decisione sia fondamentale per porre l’attenzione su tutti i lati positivi del vetro e soprattutto per promuovere l’utilizzo di questo materiale.

È una notizia molto gradita. Le parole della risoluzione, che sottolineano come il vetro abbia tutte le potenzialità per contribuire all’attuazione di modelli di produzione e consumo sostenibili, considerando i progressi compiuti per ridurre il consumo di energia, le emissioni atmosferiche e altri impatti ambientali, riconoscono appieno l’impronta ambientale del vetro. Purtroppo, però, questa bella notizia è offuscata dalle difficoltà che si sono abbattute sulle nostre industrie per il boom dei costi energetici che possono mettere a rischio la stessa vita del settore.

È quanto ha affermato Graziano Marcovecchio, presidente di Assovetro per l’Anno Internazionale del Vetro

Marianna Fierro

Controlla anche

Il fenomeno dei “voli fantasma” e l’allarme delle compagnie aeree: che cosa sta succedendo?

I cieli d’Europa  si stanno riempendo di “voli fantasma”, vuoti o semivuoti, causando emissioni inutili …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − sette =